La scorsa settimana abbiamo parlato di quanto gli amici “esperti del settore” siano sempre pronti a dare mille informazioni circa la salute della tua schiena. Ma fin dove possono arrivare? Ecco gli altri preziosissimi consigli…se così possiamo chiamarli!

Bando alle ciance!

Sarà successo sicuramente anche a te di incontrare, al bar, un amico super esperto di mal di schiena. Io lo chiamo “esperto del settore” e trovo che sia la peggiore persona che tu possa incontrare durante i periodi di mal di schiena. Sai quante esperienze, questo esperto, ha già vissuto? Sai quanti mal di schiena ha curato definitivamente?

Te lo dico io: zero, perché non conosce il metodo vero per curare definitivamente il mal di schiena! Non voglio però che tu creda a me indipendentemente da tutto, voglio che tu sia cosciente delle differenze tra i “professionisti del settore” e i veri esperti, come me, che questo lavoro lo hanno studiato per davvero e non attraverso esperienze e i“sentito dire”.

#1 Con il lavoro che fai è normale

Sono davvero tanti coloro che sono convinti del fatto che fare lavori pesanti sia preludio di grandi mal di schiena. Se penso ai miei pazienti, però, molti di loro non fanno lavori pesanti, anzi. Sono in tanti, al contrario, coloro che mi raggiungono in studio per problemi dovuti al lavoro sedentario. Non sto dicendo che fare un lavoro pesante sia la panacea della schiena, ovviamente.

Voglio sottolineare che non è l’unica causa del mal di schiena, ma anche un lavoro alla scrivania può provocare problemi alla schiena. Quello che è necessario evidenziare è, non il lavoro che si fa, ma come lo si fa. Se sei un impiegato e passi otto ore al pc nella posizione scorretta avrai sempre mal di schiena. Anche se, come spesso dico, il mal di schiena è solo un sintomo, quindi anche in questo caso bisogna individuare la vera causa del dolore.

#2 Prendi un antinfiammatorio e in un paio di giorni passa tutto

Ecco: il secondo passo del “professionista del settore” è dare la cura farmacologica per il tuo intenso mal di schiena. Sei davvero convinto che prendere un antinfiammatorio può essere davvero la soluzione definitiva? No, di questo ne abbiamo già parlato in precedenza, in questo articolo. Con l’antinfiammatorio non fai altro che spegnere l’allarme del tuo corpo. Un allarme che quando suona vuole indicare un problema da non ignorare. Il dolore è il nostro allarme personale e se lo spegniamo, facendo finta che non ci sia, non abbiamo la soluzione al mal di schiena. Questo, dopo qualche giorni tornerà e il tuo mal di schiena potrebbe diventare anche più forte!

#3 Io ho cambiato il materasso

Eh si, mancava solo il materasso tra le principali cause del mal di schiena. Sicuramente il giusto materasso è importante, ma a meno che non sia vecchio ed usurato, perché dovrebbe essere solo lui il colpevole? Alla fine dei conti, se ci pensi bene, fino a quel momento andava tutto bene, dormivi sonni tranquilli.

Ovviamente devi considerare che il materasso viene utilizzato per un terzo della giornata e, se la posizione non è corretta, riposerai sempre male e soprattutto aumenterai il tuo sintomo del mal di schiena. Ma non è solo quello, c’è sempre qualcosa di più da considerare.

#4 Sei vecchio, smetti di fare sport

Facciamo un esempio: la bici. Sicuramente hai incontrato qualcuno che ti ha stuzzicato dicendoti “smetti di fare sport perché hai una certa età”. Però a meno che tu non ti improvvisi da un giorno all’altro l’atleta di turno in uno sport nuovo, perché la tua attività sportiva dovrebbe farti male?

Avevo un paziente di 81 anni che faceva 5000 km all’anno in bici, all’aperto quando il tempo lo permetteva, altrimenti con i rulli a casa. Svolgeva un’attività con la giusta preparazione, non era uno sportivo improvvisato della domenica. Lui non soffriva di mal di schiena perché era “grande”, e neppure tu ne soffriresti facendo sport perché non esiste uno sport da evitare per proteggere la tua schiena. Le cose importanti da evitare sono:

  • devi essere allenato (non puoi scalare una montagna se non cammini nemmeno per andare in posta 1 volta l’anno)
  • devi avere gli attrezzi adatti allo sport e alla tua fisicità (es. bici con sella e altezza giusta, scarpe corrette)
  • lo sport deve essere tarato alle tue capacità e alla tua fisicità (se pesi 120 kg andare a correre forse non è l’attività migliore, magari prima inizi con una camminata, o degli esercizi in acqua, dove il peso del corpo che grava sulle articolazioni èminore)

Posso continuare quanto vuoi

Ma non voglio tediarti oltre. Ho una grande sorpresa per te che ti mostrerò nei prossimi giorni. Perché tu meriti una cura definitiva per il tuo sintomo del mal di schiena!

Schiena: tutti ne parlano ma nessuno la cura.

One thought on “Schiena: tutti ne parlano ma nessuno la cura.

  • Giugno 16, 2019 alle 11:10 am
    Permalink

    Ho problemi alla lombale e mi prende anche le gambe,alterno,alle volte mi prende la destra altre,la sinistra..sento come un calore forte non riesco a stare in piedi,mi fa male il fianco,nemmeno seduta…un vero inferno!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Policy Cookie Policy