È finalmente arrivata la primavera e tutti si preparano a rimboccarsi le maniche per tirar fuori dagli armadi tshirt, pantaloncini e scarpe aperte. Ma come affrontare il cambio di stagione senza provocare danni irreparabili alla propria schiena? Vediamo assieme, continua a leggere! 

Primavera: cruccio di ogni donna e….uomo!

Chi ha detto che la primavera, e le sue pulizie, sono solo questione femminile? Anche gli uomini si prodigano per alzare scatoloni, aprire scale e aiutare nelle faccende domestiche. Questo significa che la piaga del dolore alla schiena causato dalle faccende domestiche, è più ampia di quello che sembra! Ma come possiamo risolvere questo problema? Consideriamo prima un aspetto.

Il consumo calorico: 55kg consumato 120Kcal/h

Ma lo sai che pulire casa non è poi così male…si può anche dimagrire! Considera che il consumo calorico per una donna di 55 kg che esegue lavori domestici è di circa 120 kcal/h. Quindi si parla di un vero lavoro fisico:

  • solleviamo pesi spesso importanti (secchio dell’acqua, bacinella dei panni dalla lavatrice).
  • manteniamo posture statiche prolungate (stiriamo o laviamo i panni). 

Insomma, è come eseguire un sacco di squat e sollevamento pesi da record…tutto senza palestra! E, soprattutto, scommetto che ora ti sei risposto/a al dubbio del “perché dopo le faccende domestiche sono distrutta?” Ovviamente però, io che sono il difensore della tua schiena, so quanto questa attività può portare dei problemi alla schiena. Attenzione però, lo ripeterò sempre, il dolore alla schiena è solo un sintomo perché il problema è più profondo. Questo significa che non sono le faccende domestiche la causa del mal di schiena, sono la goccia che fa traboccare il vaso di un problema maggiore! 

Vuoi risolvere immediatamente e definitivamente il problema? Clicca qui.

Altrimenti continua a leggere, ti do qualche consiglio per prenderti cura della tua schiena. 

I principali consigli per le pulizie di casa

  1. Evita di eseguire necessariamente tutto in una sola giornata! Ok la sindrome Avengers ma non siamo tutti super eroi, quindi pulire al 100% tutta la casa in sole cinque ore non va bene. Dedica più ore nell’arco di due/tre giorni, così potrai pulire meglio evitando forti stress per la tua schiena. 
  2. Evita di mantenere posizioni faticose per mezz’ora o più di seguito. Questo significa che se devi tirar fuori dagli armadi gli scatoloni della roba primaverile/estiva non farlo tutto nello stesso momento ma dedicati delle pause da uno scatolone all’altro. Stare sulla scala è già faticoso per la tua schiena, immagina di farlo con 20 scatoloni pesanti! 
  3. Usa il trucco di pulire una camera alla volta. Inoltre non fare sempre la stessa attività: fai un letto alla volta poi cambia e passa ai vetri. Non passare  l’aspirapolvere in tutta la casa continuativamente ma fai una camera per volta lavando anche a terra per alternarti l’attività. 
  4. So che le robe che utilizzerai vanno tutte lavate ma evita di stirare per 2 ore di fila…. Meglio mezz’ora al giorno. Questo metodo può sembrare più faticoso, ma alla fine la vostra schiena ti ringrazierà! 

Cambio armadi, tende e vetri

La parte più bella per le donne è il cambio dei vestiti, finalmente con la primavera possiamo iniziare a mostrare gambe e braccia. Nel fare il cambio dei vestiti però, ricorda che è indispensabile munirsi di una scala o uno sgabello per raggiungere i ripiani più alti evitando di inclinarsi con la schiena. La scala e lo sgabello devono essere adeguati per questa attività, non rischiare anche di romperti un gamba oltre che affaticare la schiena! Per prendere le cose posizionate in basso ricordati di piegare sempre le ginocchia, evitando di piegare la schiena in modo non controllato. Questa è la classica scena del ti rialzi e ti blocchi…hai presente? E se questi scatoloni che devi prendere sono troppo pesanti…fatti aiutare, come sopra, evita di crede di essere un Avengers!

Gestire le torsioni del busto: ecco il segreto

Quello che devi ben capire è che è importante controllare le torsioni del busto: presta attenzione alle torsioni del busto e della schiena, specialmente se sei in piedi a una scala dove l’equilibrio precario costringe a movimenti poco corretti. Voltati sempre lentamente ed evita i movimenti bruschi che possono provocare dolorosi stiramenti ai muscoli dorsali. Passiamo ai vetri, la seconda attività più complessa dopo il cambio di stagione? Quando pulisci i vetri lavora sempre con il braccio in posizione comoda, mai allungato al massimo, anche qui può essere una buona idea utilizzare una scaletta per arrivare alla parte più alta del vetro. Ti sembrerà complicato spostare mille volte la scala, ma è il metodo più sicuro per evitare cadute ma anche per non utilizzare nel modo sbagliato la schiena!

Pulizia dei pavimenti  

Pulire è un lavoro faticoso! Per evitare il fatidico mal di schiena devi ricordarti di mantenere una postura corretta. Può sembrare scontato, me ne rendo conto, ma è davvero l’unica soluzione per non far arrabbiare il dolore che provoca il tuo mal di schiena! Ma dalla scontentezza al segreto assoluto: avere la posizione corretta è importante anche perché avere la postura scorretta rende il lavoro doppiamente faticoso.

Iniziamo dai pavimenti: quando pulisci il pavimento o superfici basse ti consiglio di sederti su un piccolo sgabello oppure di mettersi in ginocchio su un soffice tappetino e, per aiutarsi, appoggiarsi sulla mano che non si sta utilizzando per pulire. Dal basso all’alto. Quando pulisci superfici alte, invece, utilizza sistemi con manici estendibili o mettiti in piedi sopra una scala. Ricordati di fare attenzione ai movimenti che fai sulla scala! Posizionati sempre di fronte all’oggetto o la superficie da pulire, evitando di piegarti o girarti. 

Aspirapolvere: come usarlo?

Per passare l’aspirapolvere o uno straccio in maniera corretta bisogna mantenere la posizione con le ginocchia leggermente piegate e la schiena dritta. Aiutati utilizzando modelli di aspirapolvere verticali e manici adatti e abbastanza lunghi. Tieni l’aspirapolvere vicino al corpo e fai movimenti piccoli in modo da non doverti piegare continuamente. Usa alternativamente entrambe le mani così non sforzi un solo braccio e di conseguenza una sola parte della schiena. Evita di riempire troppo il secchio dell’acqua, in modo da non farlo diventare troppo pesante e riuscire a spostarlo agilmente. Quando sollevi il secchio piega sempre le ginocchia e utilizza entrambe le mani per sollevarlo.

Stirare si…ma con stile!

Non si può affermare che stirare sia faticoso: è semplicemente faticoso mantenere a lungo una posizione statica in piedi in leggera flessione del busto avanti. In questa situazione diventa utile alternare la posizione con le gambe divaricati a quella in cui appoggio un piede alla volta su un piccolo rialzo, posto sotto l’asse da stiro. L’asse deve essere posizionato ad un’altezza adeguata, circa dai  7 ai 10 cm più bassa del vostro gomito. In pratica devi evitare di piegarti in avanti con la schiena. E’ molto importante abituarsi a stirare poco tutti i giorni, o ad alternare questa attività ad altre in modo da cambiare spesso posizione e non affaticarsi: quando si inizia ad essere indolenziti o insofferenti, è il momento di sospendere per poi riprendere anche dopo solo 20 minuti.

 Ma prima di stirarli, lavali senza sforzi

Caricare e scaricare la lavatrice è un gioco! Purché impariamo a farlo mettendoci all’altezza giusta. Infatti, forse non ci hai mai fatto caso, ma la maggior parte delle persone carica e scarica la lavatrice nelle posizioni più assurde. Ti ritrovi in questo discorso? Pensa che è sufficiente inginocchiarsi per evitare inutili sforzi alla schiena. Semplice no? E allora perché non farlo sempre?! Se tieni i detersivi in alto (per evitare che i tuoi figli piccoli li prendano o semplicemente perché è l’unico spazio libero che hai in lavanderia) utilizza uno sgabello per prenderli. Se invece li tieni in basso, piegati sulle ginocchia per prenderli. Quando i panni sono bagnati risultano più pesanti quindi non riempire troppo la bacinella puoi anche  svuotare la lavatrice in 2 fasi…fare 2 passi in più non ti farà male. Stessa cosa quando stendi i panni; stendine pochi alla volta e assicurati che il filo sia a un’altezza tale da non costringerti ad allungarti verso l’alto.

Mangiare e lavare…che fatica durante la digestione!

Torniamo ad altezza uomo e precisamente all’altezza dei piani di lavoro. La giusta superficie di un piano di lavoro dovrebbe essere dai 7 ai 10 cm più bassa del vostro gomito per consentirti di preparare il cibo senza piegarti in avanti in modo dannoso per il tuo corpo. Cerca sempre di stare il più possibile vicino al lavandino, per evitare di doverti sporgere troppo in avanti quando lavi i piatti. Sistema gli utensili che usi più spesso direttamente sul piano di lavoro, in una posizione facile da raggiungere. Quando devi prendere dei piatti o delle pentole pesanti troppo in alto o fatti aiutare da chi è più alto e raggiunge più facilmente la mensola,  oppure prendi una sedia e piega correttamente la schiena, e quando li prendete negli armadi bassi ricordatevi di inginocchiarvi. Ovvio che se non lavi a mano a usi la lavastoviglie, anche in questo caso è giusto di piegare le ginocchia!

Cosa manca?

Io ho anche altri consigli da darti ma preferisco analizzare la tua situazione, soprattutto considerando che il mal di schiena è solo un sintomo, anche durante le faccende di casa sarebbe più giusto considerare i sintomi e trovare le risposte a questo problema di fondo. Per questo ho ideato un sistema, il Sistema Schiena appunto, che ti permette di individuare le vere cause del tuo mal di schiena. Sei curioso? Clicca qui. 

Faccende domestiche e mal di schiena: ecco la cura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Policy Cookie Policy